Category Archives: sitemap1

Moldavia, le ragazze moldave

Moldavia e le ragazze moldave.
Le Agenzie matrimoniali in Moldavia

Lingua Ufficiciale:     moldavo (rumeno)
(+ russo in Transnistria e Gagauzia, ucraino in Transnistria, Gagauzo in Gagauzia)
Capitale:     Chisinau (920.000 ab./ 2002)
Forma di governo:     Repubblica
Capo di stato:     Vladimir Voronin
Capo del governo:     Vasile Tarlev
Indipendenza:     Dall’Unione Sovietica, 24 agosto 1991
Area Totale:     33.843 km²
Popolazione Totale:     4.431.570 ab. (2002)
Densità:     131 ab./km²
Fuso orario:     UTC +2
Valuta:     Leu moldavo
Religione  : 98.5% ortodossa, 1.5% ebraica
TLD internet:     .md
Prefisso tel.:     +373
Sigla autom.:     MD

Le Ragazze Moldave. Origini

La Repubblica Moldava è un piccolo stato racchiuso tra Romania ed Ucraina. Ha circa 4.300.000 abitanti di cui circa un milione vive all’estero. Già repubblica federata ex-URSS, è indipendente dal 1991.
La Moldova, indipendente dall’agosto 1991, è retta da un parlamento eletto a suffragio universale, il presidente della repubblica è eletto a suffragio diretto.
Suddivisioni amministrative
La Moldova è divisa in 32 distretti (raion, pl. raioane), 3 municipalità (Chisinau, Balti and Bender), due regioni semi autonome (Gagauzia e la regione separatista della Transnistria, sul cui status non si è ancora raggiunto un accordo).ragazze moldave
I distretti (dove vivono le Ragazze Moldave) sono:
1. Anenii Noi 2. Basarabeasca 3. Briceni 4. Cahul 5. Cantemir 6. Calarasi 7. Causeni 8. Cimislia 9. Criuleni 10. Donduseni 11. Drochia 12. Dubasari 13. Edinet 14. Falesti 15. Floresti 16. Glodeni 17. Hîncesti 18. Ialoveni 19. Leova 20. Nisporeni 21. Ocnita 22. Orhei 23. Rezina 24. Rîscani 25. Sîngerei 26. Soroca 27. Straseni 28. Soldanesti 29. Stefan Voda 30. Taraclia 31. Telenesti 32. Ungheni
Informazioni tratte  da Wikipedia, l’enciclopedia libera. Contenuto disponibile sotto GNU Free Documentation License.
Le Agenzie matrimoniali in Moldavia sono pochissime, e poco affidabili.
Le ragazze moldave sono caratterizzate da una certa dolcezza di carattere e da un discreto adattamento alla nostra organizzazione della società. Hanno molti punti in comune con le ragazze romene e diverse affinità con le ragazze Russe. donne moldaveLa moldavia è sempre stata in leggera ombra nella ex Unione Sovietica, stato piccolo ai confini occidentali e poco conosciuta ancheda noi. Molte sono le donne Moldave che lavorano in Italia come badanti, grazie alla loro innata pazienza ed adattabilità verso diverse situazioni lavorative. Ci sono ancora grandissimi problemi di concessione di visti alle ragazze moldave per chi desidera invitarle in Italia dopo averle conosciute (sia da soli che tramite Agenzie Matrimoniali) , per ora senza soluzione (vedi anche ragazze Ucraine e Bielorusse). Risulta comunque difficile conoscere direttamente ragazze moldave in quanto poco propense a rivolgersi al di fuori del loro paese e scarso risulta anche il numero di Agenzie Matrimoniali Moldave affidabili. Nella nostra Agenzia Matrimoniale non abbiamo riferimenti con ragazze moldave al di fuori dell’Italia.

Il visto per ricongiungimento familiare

Il visto per ricongiungimento familiare

Il visto per ricongiungimento familiare consente l’ingresso in Italia, ai fini di un soggiorno di lunga durata, a tempo determinato o indeterminato, ai cittadini stranieri che intendano riacquistare la loro unione familiare con cittadini italiani – o di un Paese dell’Unione europea, ovvero di Paese aderente all’Accordo sullo spazio economico europeo, o con il familiare cittadino straniero titolare di un visto per lavoro subordinato, lavoro autonomo, studio e motivi religiosi, di durata non inferiore ad un anno.

Con l’entrata in vigore della L.189/02 (Fini Bossi) i visti per ricongiungimento familiare saranno possibili solo nei seguenti casi:

  • coniuge (non legalmente separato)
  • figli minori a carico
  • figli maggiorenni a carico che a causa di invalidità totale non possano provvedere al loro sostentamento
  • genitori a carico che non abbiano altri figli nel Paese di origine o di provenienza
  • genitori a carico ultrasessantacinquenni con altri figli che siano impossibilitati a provvedere al loro sostentamento per documentati gravi motivi di salute

La Questura competente, esaminata la documentazione presentata dal richiedente, rilascia al coniuge italiano un nulla osta che va inviato in originale al coniuge straniero, che è ancora nel suo paese. Per accelerare i tempi si consiglia di inviarne una copia via fax anche all’Ambasciata Italiana a Mosca. Il nullaosta al ricongiungimento famigliare previsto dall’art. 29, comma 7 del testo unico n. 286/1998 deve essere utilizzato, ai fini del rilascio del visto, entro sei mesi dalla data di rilascio da parte della questura competente. Date le numerosissime modifiche introdotte a discrezione di ciascuna questura e anche di ciascuno sportellista e’ meglio in ogni caso recarsi sempre prima allo sportello stranieri della questura di competenza, verificare quali sono i documenti da portare e procurarseli poi in un secondo momento.

 

Per le Informazioni di riferimento aggiornate :
UFFICIO CONSOLARE AMBASCIATA ITALIANA MOSCA
MINISTERO DEGLI ESTERI