La richiesta di visto per ragazze di Russia,Ucraina, Bielorussia ed Est Europa

 

Esistono notevoli differenze fra i diversi paesi dell’Est Europa, in dettaglio nei paesi ex-urss di cui noi ci occupiamo.
Se un cittadino Italiano desidera far venire in Italia una ragazza Russa i problemi sono relativamente pochi : se i documenti presentati sono corretti il visto turistico è di norma concesso. Se, diversamente si sbaglia qualcosa o, peggio, si producono false documentazioni, il rischio del rifiuto si accompagna ad un divieto di ingrsso in Italia fino a 5 anni.
Diverso il discorso per le ragazze di Ucraina e Bielorussia.
In questi paesi il consolato Italiano (a Kiev e Minsk) MOLTO difficilmente concede visti turistici con la richiesta di invito privato di un cittadino Italiano, quindi le ragazze Ucraine o Bielorusse (specialmente se al di sotto dei 30-35 anni) sono destinate a rimanere nel loro paese se non si dispone di un appoggio serio presso un professionista (Agenzia Matrimoniale).
I motivi sono diversi, ma il principale è la convinzione che le ragazze di quei paesi (essendo in situazioni economiche molto più disagiate della Russia) non intendano far ritorno in Ucraina o Bielorussia…
Il nostro consiglio è semplice : evitate innanzitutto di intraprendere relazioni con ragazze Ucraine per evitare di non poter concretizzare con una vostra conoscenza e convivenza in Italia, cosa invece possibile se la relazione è con una ragazza Russa. Anche in questo caso però bisogna affidarsi ad Agenzie serie e qualificate come la nostra che possano supportare il cliente nelle pratiche di richiesta visto per evitare dinieghi e ‘blocchi’ a lungo termine all’ingresso in Italia. Inutile conoscere una Ragazza Russa e poi non poterla frequentare per problemi solamente burocratici.

 

Per le Informazioni di riferimento aggiornate :
UFFICIO CONSOLARE AMBASCIATA ITALIANA MOSCA
MINISTERO DEGLI ESTERI