ROSTOV

Comunemente Rostov viene chiamata la porta del Caucaso e la capitale meridionale della Russia, così come il capoluogo del Don, la capitale delle mietitrebbiatrici ed è anche soprannominata “Papà”.

La città si sviluppa lungo il fiume Don, vero riferimento geografico. Il centro della città è compreso lungo il percorso pedonale della Pushkinskaya ulitsa che dal parco della Rivoluzione, dove cioè si trova il Teatro drammatico di Rostov giunge sino alla Stazione centrale. E’ una importante città portuale, con i traffici marittimi che si sviluppano sul suo fiume. Il suo centro è animato e curato, con importanti monumenti, chiese ortodosse, università e centri commerciali.
La città vecchia, che risale al XVIII secolo, incorpora nel proprio aspetto i tratti delle diverse nazionalità che la compongono, come dimostrato dalla contemporanea presenza di una sinagoga e di moschee, di chiese di culto greco e dei Vecchi credenti, di un tempio buddista e di chiese cattoliche.

Bolshaya Sadovaya (Grande giardino), la strada principale del centro della città, ricorda una versione meridionale del Nevsky Prospekt di Pietroburgo, con le case dotate di cortili interni, i giardini comuni, gli ampi marciapiedi e i viali maestosi.

 

Nel 1979, in occasione dell’Anno internazionale del bambino, nei sottopassaggi pedonali del centro furono realizzate delle grandi decorazioni murali in ceramica che ritraggono dettagliate scene di vita sovietica. Le decorazioni dei sottopassaggi di Rostov sono seconde per dimensioni solo a quelle che impreziosiscono le vecchie stazioni della metropolitana di Mosca.

 

 

A Rostov, come in nessun altro posto in Russia, si sente, forte, l’ influenza dei cosacchi del Don, un reggimento militare noto fin dalla metà del XVI secolo. Le località intorno a Rostov non sono nè città nè campagna, ma villaggi, il più famoso dei quali è Veshenskaya, luogo di nascita del famoso scrittore Mikhail Sholokhov.

Gli appassionati d’arte possono visitare il Museo Regionale di Belle Arti di Rostov, in cui sono esposti più di 6mila tra dipinti, sculture e oggetti d’arte decorativa.

 

Nella zona centrale ed elegante dei viali Voroshilov e Budennovsky si susseguono numerosi negozi e ristoranti a buon mercato.

 

 Accedi alle schede di Rostov